giacinto-hyacinthSiamo nel perido migliore per piantare le bulbose e, per gli impazienti che non riescono ad aspettare la prossima primavera per godersi gli splendidi fiori, esiste un metodo molto efficace nel ridurre i tempi di fioritura di alcuni bulbi che garantisce un sicuro successo: la forzatura in acqua.
Ho già affrontato l’argomento in un precedente post ma torno volentieri a scriverne per parlare nello specifico di questa tecnica perché si tratta di una operazione veramente semplice tanto da consigliarla anche a chi non possiede un pollice particolarmente verde.

Una delle bulbose che ben si presta alla forzatura in acqua è il Giacinto. Quel che serve è un vaso con una strozzatura al collo adatta per adagiarci il bulbo; fate attenzione che, una volta riempito il vaso d’acqua (possibilmente piovana, ma va bene anche demineralizzata, oppure usare un pezzo di carbone dolce nel vaso se proprio si è costretti ad usare acqua del rubinetto), la parte inferiore del bulbo non vada a contatto diretto con l’acqua ma che sia abbastanza vicina da stimolare la crescita delle radici. A questo punto il tutto va posto in un luogo buio e fresco (l’ideale sarebbe intorno ai 10/12°) per alcuno giorni, operazione che stimola una veloce crescita delle radici che rapidamente riempiranno lo spazio del vaso. Quando il bocciolo del Giacinto comincia a far vedere il colore è il momento di collocare il vaso in una stanza calda e in posizione luminosa e in breve tempo potremo goderci lo splendido fiore. C’è chi consiglia di tenere il germoglio ancora oscurato, tramite un cono di carta, per un breve periodo ma l’anno scorso ho provato a farne a meno ed ho comunque ottenuto una bella fioritura.
Finito. Facile no? va detto però che la fioritura non è particolarmente lunga e il bulbo, una volta sfiorito, difficilmente avrà la forza per rifiorire l’anno successivo (perché di fatto esaurisce le energie nell’atto della forzatura), ma per ottenere prima il bel fiore vale la pena forse sacrificare uno o due bulbi.
Il resto dei Giacinti no, insieme alle altre bulbose è meglio piantarli in vaso o in terra e, se il tempo me lo permette, lo farò in questi giorni.

giacinto-hyacinth

  • carera ileana

    una volta firito il giacinto il bulbo e da buttare era in un vasetto con la terra o si può pianare in giardino o tenere per l anno prossimo

  • Alessandra

    Ciao,
    2 mesi fà comprai un bulbo di Giacinto con il vaso di vetro per la coltivazione in acqua. Essendo la prima volta che mi cimentavo sia con il Giacinto, sia con la coltura in acqua non mi sono accorta che il bulbo era al contrario :(…Ebbene, il fiore sta sboccianto in acqua.
    Mi piacerebbe sapere se è già capitato a qualcuno e se devo girare il bulbo in modo da avere il fiore verso l’esterno del vaso.. In realtà mi piarebbe sapere cosa accade se lascio le cose cosi..
    Potete darmi qualche consiglio?

    Grazie.
    Ale

  • Ciao Alessandra, è la prima volta che lo sento dire, cmq io lo girerei il prima possibile…
    A presto

  • dani

    ciao,
    anche se magari non riesci a rispondere, perchè il post è vecchio, ti chiedo lo stesso. Ho piantato a fine settembre un bulbo di san antonio, fatto sta che ad oggi mi ha già buttato le foglie. E’ normale. Ho paura che geli all’esterno.

    Grazie

  • dani

    intendevo il giglio di san antonio.

  • Ciao Dani, che io sappia il giglio di Sant’Antonio si pianta d’estate, quindi farlo a settembre va ancora bene.

  • julian

    Ciao!
    Visto che te ne intendi! volevo chiederti se non va proprio bene l’acqua del rubinetto! Muore la piantina??? La mia ha tante radice gli è nata gìa un giarmoglio!

  • Ciao Julian, puoi usare anche l’acqua del rubinetto ma con gli altri metodi si ottengono migliori risultati. A presto

  • antonella

    E’ GIà DUE VOLTE CHE PROVO E IL BULBO DIVENTA MARCIO. QUALCUNO SA DIRIMI IN COSA SBAGLIO?

  • Pingback: Orto in città | Mamma Felice()