Prato… ovvero come mantenere un prato da fare invidia!
Sì, lo sappiamo, avere un bel manto erboso non è facile come sembra. Costa molto sudore e molta dedizione pari solo alla soddisfazione che un prato tenuto bene può donare.
Torneremo spesso a parlare del prato sotto i vari aspetti che interessano la sua scelta e il suo mantenimento, i trucchi, i consigli e i suggerimenti per avere l’erba più verde del vicino ma parleremo anche dell’impatto ecologico che il mantenimento del manto erboso comporta.
Quello che ci interessa ora è vedere cosa fare al nostro prato, all’inizio della primavera, per farlo ripartire nel migliore dei modi.
La prima cosa da fare è, tagliato il prato piuttosto basso, concimarlo a dovere. Potete usare sia i fertilizzanti chimici sia i concimi organici, quest’ultimi da preferire di gran lunga perché, essendo naturali, non alterano il delicato equilibrio del terreno e soprattutto non inquinano! Esistono in commercio ottimi prodotti in polvere a base di corna e unghie di animale ma essendo a lento rilascio vanno applicati durante l’inverno; per la ripresa primaverile vi consiglio le polveri a base di sangue che hanno un’azione rapida e sono velocemente assimilabili dal prato che da qui in poi subirà fino ad ottobre continui tagli e che quindi è sottoposto a costante crescita.
Il momento migliore per concimare è appunto dopo un taglio basso e possibilmente quando il cielo è nuvoloso, da evitare durante giornate di vento. Ricordatevi sempre di annaffiare bene dopo la concimazione.

Leggi anche:
Il prato in inverno, giardiniere a riposo… ma non troppo!Anche per la manutenzione del prato gennaio e febbraio sono in assoluto i mesi in cui non c’è molto da fare: a causa del freddo invernale praticamente tutti i principali...
6 consigli utili per preservare il prato dai danni dell’invernoNonostante tutte le attenzioni del caso, il mio minuscolo prato sta uscendo davvero malconcio da questo inverno. Le continue piogge e l’insolita frequenza di nevicate, assieme a qualche gelata, hanno...
Il prato a primavera, i lavori colturaliNo, non sono esattamente quelli suggeriti dalla simpatica immagine di Jez Page i lavori del periodo dedicati al tappeto erboso ma è già un mese abbondante che ci troviamo in...
Come aiutare la ripresa del prato a fine estateQuest’anno il mio piccolo prato è uscito particolarmente malridotto dall’estate: dopo un periodo tardo-primaverile di abbondante (forse troppa) piovisità, i mesi estivi si sono rivelati, come sempre negli ultimi anni,...
Altri utili consigli per il benessere del vostro pratoDopo il primo post dedicato all’argomento torniamo di nuovo e volentieri sui lavori da affrontare in questo periodo per favorire una ripartenza vigorosa del nostro prato e lo facciamo grazie...