Grow

Roverella-maestosa
L’albero monumentale della settimana ci riporta in Emilia Romagna grazie a Nicola che, dopo aver segnalato il magnifico castagno secolare di Monteombraro a Modena, ci conduce in provincia di Bologna alla scoperta della Grande Roverella di Monteveglio.


Visualizza Mappa degli alberi monumentali d’Italia in una mappa di dimensioni maggiori

Hai confini con il Parco Regionale Abbazia Monteveglio e proprio vicino a quest’ultima, si erge questa imponente roverella che, come si apprende dalle informazioni lì riportate, serviva a delimitare i confini di proprietà. Si legge infatti nel cartello lì affisso:

La grande roverella e il bosco
Una maestosa roverella, la quercia tipica dei nostri boschi collinari, picca al margine del manto buscato che riveste gran parte delle pendici del colle di Monteveglio, in questo punto formato soprattutto da robinie e sambuchi. La pianta si trova lungo l’antico confine del podere San Teodoro, che verso monte è sottolineato da altre grandi roverelle. In passato era piuttosto diffusa la consuetudine di contrassegnare i limiti di proprietà con grandi esemplari di quercia.

Non sono riportate le misure della pianta ma a giducare dalla foto con Nicola a fianco, si tratta di un albero di tutto rispetto. Grazie ancora a Nicola per il prezioso contributo.

  • Carolemico

    Ciao a tutti.
    A proposito di alberi monumentali, guardate questo post, c’è la possibilità di avere degli alberi di ulivo centenari (Pugliesi), a quanto pare anche gratis, pur di salvarli da morte sicura, per la costruzione (anzi allargamento) di una strada verrano estirpate migliaglia di piante di ulivo e la forestale cerca persone disposte ad adottare queste piante.
    http://cegliemessapica.wordpress.com/2012/03/14/s-o-s-olivo-di-puglia/

  • Pippo

    grande gianni, bentornato a te, agli alberi monumentali e in bocca al lupo per growtheplanet !!!

  • Capussela Liliana

    Ciao, sono Liliana e da tre anni vivo in Salento in un paese proprio vicino all’OBROBRIO che stanno per concludere con l’ampliamento , di cui non si sentiva alcuna necessità l’unico veramente interessato sembra sia l’on Fitto di Maglie!!!della Maglie Otranto la strada che attraversa un antico feudo con ulivi pluricentenari, nei mesi scorsi  quasi furtivamente avevano già espiantato alcune centinaia di piante, per fortuna alcuni cittadini con una forte manifestazione riuscirono a bloccare il danno, ora sembra che con una leggina della Regione Puglia tutto possa essere fatto, ma non si capisce nulla,adottarli non è così semplice io avrei anche lo spazio nel podere per ripiantane alcune decine e sto cercando di arrivare a questo ma credimi è complicatissimo, comunque non sono i primi GRANDI VECCHI che qui espiantano fecero lo stesso danno alcuni anni fa ma nessuno ne parlò. Credetemi non ci sono parole per descrivere quanto siano belle queste antiche piante e la tristezza di vederle buttate giù.
    Scusate lo sfogo saluti LILIANA

  • Gianni

     Carolemico, Lilinana, mi piacerebbe approfondire l’argomento e mettere questo spazio a disposizione della questione, mi date una mano? grazie

  • Carolemico

    Ciao Gianni, comincia con andare sul link che ho messo nel mio commento antecedente, cosi ti fai un’idea.
    Li puoianche vedere un filmato che da po  l’ìdea della cosa.
    Ciao Liliana, vai anche tu a dare un’occhiata a quel link. E come disse quello ogni salmo finisce in gloria, povera la nostra bella Italia.

  • Capussela Liliana

    Guarda  ciao LILIANA  http://centrostudiagronomi.blogspot.it/2012/03/puglia-adotta-un-ulivo-le-richieste.html

  • Carolemico

    Ciao, buona domenica delle palme.

  • Carolemico

    Ciao. Tanti auguri di buone festività pasquali a te, ai tuoi cari e a tutti i lettori del tuo bolg.

  • Cosimo Cartanì

    Questo è l’albero mio secolare per avere i solanum torvum. Cosimo

  • Cosimo Cartanì

    signor marino sono riuscito a mettere un albero scolare spero che sia un albero che puo intaressare flora blog e spero per solanum torvum la saluto